San Giovanni Battista di Caravaggio

Il dipinto San Giovanni Battista è stato realizzato da Michelangelo Merisi da Caravaggio nel 1610. L’elenco delle opere del maestro comprende più di otto opere su questo argomento. La trama dell’immagine è presa in prestito dal Vangelo.

Riferimento storico

San Giovanni Battista visse come un asceta nel deserto ebraico situato tra Gerusalemme e il Mar Morto. Secondo la tradizione evangelica, lui battezzò Gesù nelle acque del fiume Giordano. Il profeta fu imprigionato per aver condannato pubblicamente Erode Antipa, dopo di che fu giustiziato. L’immagine di Giovanni è stata spesso affrontata nell’arte cristiana.

Tradizionalmente appariva in abiti fatti di lana di cammello o di pelle di pecora, con una ciotola, una cintura di cuoio e una croce fatta di canna.
Prima del movimento di controriforma nella Chiesa cattolica romana, gli artisti si sono spesso rivolti alla storia del Vangelo che racconta come Giovanni battezzò Cristo.

Nella pittura religiosa erano pure popolari le scene della rappresentazione del sacramento sui bambini, spesso con il piccolo Gesù e la Madre di Dio. Nel primo periodo del suo lavoro, Caravaggio raffigurava San Giovanni Battista nel deserto da solo, come un giovane.

Oltre alle opere in cui il profeta appare da solo, senza Cristo (tutte quante sono state dipinte dall’artista in gioventù), un’attenzione particolare dovrebbe essere riservata alle opere che illustrano la scena della morte dell’eroe del Vangelo:
il dipinto splendido La decapitazione di San Giovanni Battista creato quando Caravaggio viveva a Malta
due tele identiche Salomè con la testa di San Giovanni Battista, su cui il maestro ha lavorato poco prima della sua morte (una è conservata a Madrid, l’altra sta a Londra).

Le opere più famose del pittore sono incluse nella collezione d’arte dei Musei Capitolini di Roma, e le loro copie adornano le pareti della Galleria Doria Pamphilj.

Analisi del lavoro

L’immagine del santo profeta era una delle preferite da Caravaggio. L’eroe del dipinto San Giovanni Battista è raffigurato più giovane rispetto ad altre opere simili. L’opera fu completata dal maestro poco prima della sua morte e risale al 1610. San Giovanni Battista appare come un uomo molto giovane, ha preso una posa semplice e rilassata, con lo sguardo pensieroso. Si ha la sensazione che l’artista abbia creato un ritratto di un pastorello appoggiato sullo sfondo di un tessuto drappeggiato di un ricco colore rosso.

Nell’opera di Caravaggio, San Giovanni Battista è raffigurato nelle sembianze di un giovane. L’eroe siede su uno sfondo scuro, appoggiando entrambe le mani su una sporgenza, mentre sullo sfondo una pecora mangia una foglia di vite. La tradizione di ritrarre il profeta biblico come un giovane, piuttosto che come un uomo maturo e sapiente, si è formata sin dal Rinascimento. L’eroe è immerso nei suoi pensieri, il suo aspetto trasuda la tristezza profonda. Né il caldo bagliore emesso dalla figura, né il colore rosso vivo del panneggio non alleviano la sensazione di un’infinita tristezza.

Le prime opere di Caravaggio si distinguono per l’abbondanza di luce e uno stato d’animo allegro; le opere di un periodo successivo sono caratterizzate da drammaticità, pienezza di emozioni e passioni. Le opere realizzate dall’artista negli ultimi anni della sua breve vita sono intrise di una consapevolezza della tragedia della vita. In molti modi, le opere di Caravaggio riflettono il suo percorso di vita.

Il destino del dipinto e polemiche sulla paternità
San Giovanni Battista è considerato unao degli ultimi dipinti del maestro. Ha lavorato alla sua creazione nello stesso periodo in cui ha dipinto Salomè con la testa di San Giovanni Battista. Si sa che recandosi a Roma, il pittore portò con sé l’opera sperando di presentarla in dono al cardinale Scipione Borghese, in segno di gratitudine per aver chiesto un decreto papale di grazia (Caravaggio è stato accusato di omicidio). Come testimoniano i versi del poema di Scipione di Franucci da Imola, già nel 1613 il dipinto entrò a far parte della collezione della famiglia principesca,

La prima menzione ufficiale dell’opera San Giovanni Battista è associata all’inventario della Galleria Borghese, eseguito nel 1693 quando il dipinto fu attribuito a Caravaggio. Successivamente, nei circoli di critica d’arte, sono sorte le controversie. Dopo gli altri inventari, dal 1790 al 1833, si riteneva che l’opera San Giovanni Battista appartenesse al pennello dell’artista barocco francese Valentin de Boulogne, però questa versione fu smentita.

Borghese Gallery in Rome,

Autore: Caravaggio

Caravaggio

Michelangelo Merisi da Caravaggio, meglio noto come Caravaggio (1571-1610), è stato un pittore italiano considerato uno dei principali creatori della pittura moderna. Le sue opere combinano una percezione realistica della condizione umana, sia fisica che emotiva, con l’uso drammatico dell’illuminazione che ha avuto un profondo impatto sulla pittura barocca.